logo-fraternitas-small

Cinquanta anni fa la psicoanalisi, la droga, la nuova musica, miscela condita con hegelismo, esistenzialismo e sessismo furono il vento sovversivo che travolse la gioventù, cambiò le scuole in bordelli, fermentò gli anni di piombo, dette inizio all’autodemolizione del cattolicesimo, di ogni autorità, minò le basi della famiglia, oscurò il senso civico.

Veleni africani, arabici, induisti accentuarono la perdita della coscienza della identità europea, maschile, perfino femminile.

Ritornò di moda la dissoluzione artistica del primo Novecento, si pretese il voto politico negli esami universitari, s’impose l’anarchia perfino nel lavoro.

Vent’anni dopo cadde il Muro e iniziò il “ritorno all’ordine”, quello della fine della storia, dell’imperialismo liberale, finanziario, tecnocratico, quello della produzione degli esseri umani per via di modificazione genetica, quello in cui si profila la scelta apocalittica: aut – aut.

Don Ennio Innocenti

Spiacente, I commenti sono chiusi al momento

© 2011 Sacra Fraternitas Aurigarum Urbis Suffusion theme by Sayontan Sinha