logo-fraternitas-small

Il Papa ha fatto capire chiaramente la sua prima preoccupazione: la pace. La gente percepisce tale timore papale come derivante soprattutto dalla situazione instabile del Medio Oriente e dal gradasso della Corea del Nord.

Secondo me il Papa (che non può appoggiarsi alla malferma Europa) non vede il modo di contribuire all’equilibrio delle tre vere potenze davvero temibili per la loro instabilità.

Anzitutto quella statunitense, che pretende un primato mondiale solo a causa d’una potenza militare, a più titoli incrinata. Poi la potenza russa, che rifiuta l’egemonia statunitense, ma può vantare solo la invidiabile compattezza del consenso popolare al suo Presidente (che sarà confermato a marzo), ma non è in condizioni economiche tali da reggere l’urto di grandi ostilità. Infine la potenza cinese, sovrastante la sua area orientale, ma con problemi enormi sia interni che esterni.

La superbia con cui il Presidente USA ribadisce continuamente “America Prima!” può diventare esagerata e tale da indurlo in definitivi errori di valutazione, insopportabili dai suoi antagonisti.

Don Ennio Innocenti

Spiacente, I commenti sono chiusi al momento

© 2011 Sacra Fraternitas Aurigarum Urbis Suffusion theme by Sayontan Sinha