logo-fraternitas-small

Ai tempi di Barbarossa c’era in Germania una monaca che godeva d’un grande prestigio. Costei ebbe il coraggio di scrivere all’Imperatore e di ammonirlo a non andare a fare il prepotente in Italia. Lui scese in Italia e “si prese le botte”.

Dopo Bonifacio VIII, i Papi si sistemarono ad Avignone, mandando in malore Roma e tutta l’Italia. Molti capirono che le cose così non andavano bene, ma chi ebbe il coraggio di andare ad Avignone e trascinare il Papa nella sua sede presso la tomba di San Pietro?  Chi ebbe il coraggio di superare la siepe dei cardinali che tenevano bene stretto il Papa ad Avignone? Solo una donna, Caterina da Siena, ben conosciuta come una mistica, che parlava con Gesù, col Padre Eterno. Anzi il Padre Eterno le rivelava tutte le colpe del clero e lei aveva il coraggio di scriverle. Era una donna laica, non una monaca. Lei andò ad Avignone, strapazzò i cardinali chiamandoli demoni incarnati e trascinò il Papa a Roma superando tutti gli ostacoli. Ma bisognava avere la sua forza, chi mai poteva avere tanta forza?

Nel Novecento c’è stata una carmelitana che non ha mai smesso d’indicare al Papa l’inversione di rotta nella pastorale ecclesiale: Lucia di Fatima. Ha scritto cose grosse, perfino che il Papa  farà la fine barbara d’un noto re di Francia. Ma come carmelitana ha seguito l’esempio della silenziosa riformatrice del Carmelo, Teresa d’Avila. Ha scritto e basta.

Adesso viviamo un periodo davvero drammatico che il Patriarca di Mosca ha definito apocalittico: ha propriamente detto che vede verificarsi i segni dell’Apocalisse, libro profetico che paragona il potere politico a una bestia terrificante. E allora? Scriviamo ai politici? Ma è già scritto nell’Apocalisse che la vera città è dal Cielo.

Ho chiesto a un pittore di raffigurarla, è bravo, si chiama Maurizio Romani. E lui ha raffigurato una città capovolta, con le fondamenta in cielo e i tetti rivolti verso la terra. Vuol certamente dire che la politica, l’autorità, deve fondarsi su Dio. Figuriamoci! Hanno fatto ogni sforzo per assicurare che l’autorità escluda Dio.

Don Ennio Innocenti

Spiacente, I commenti sono chiusi al momento

© 2011 Sacra Fraternitas Aurigarum Urbis Suffusion theme by Sayontan Sinha