logo-fraternitas-small

A coloro che sono desiderosi di conoscere l’itinerario della ascesa mistica io consiglio spesso, come primo passo, il libro di Pollien, La vita interiore semplificata, un monaco certosino. Apparteneva a un ordine esclusivamente dedito alla contemplazione dei misteri della redenzione divina, nato ai tempi della riconquista italica del meridione occupato dagli invasori mussulmani e per questo trapiantato in Calabria proprio dal fondatore, San Bruno.

Questa certosa di Serra San Bruno è ridotta al lumicino; in condizioni migliori è il noviziato certosino presso Lucca, famoso per la strage compiutavi dai nazisti per l’ospitalità data ad ebrei. Naturalmente l’ordine certosino non è l’unico a dedicarsi tutto alla contemplazione. Il Concilio Vaticano II ha esaltato questo genere di istituti perché essi sottolineano davanti a tutti che Dio è al primo posto e perché essi ravvivano nella Chiesa la comunione della grazia tra i membri del Corpo Mistico.

Nella mia prima giovinezza io fui affascinato da questo ordine certosino, ma fui consigliato dallo stesso superiore dell’ordine a restare nella vita attiva. Eppure la Provvidenza mi ha portato a realizzare qualcosa di simile a un romitaggio nella mia stessa casa, dove il Papa mi ha permesso di realizzare una cappella, e dove mi dedico, da molti anni, all’apostolato di libri rivolti soprattutto al compito apostolico dei cristiani laici.

Il libro del Pollien è scaricabile da internet.

A un livello teologico superiore è il trattato di spiritualità scritto da Garrigon-Lagrange, che io ebbi l’onore di conoscere personalmente quando ero studente di teologia e che ricordo con tanta gratitudine. Però anche i domenicani italiani sono ridotti al lumicino, tanto che hanno deciso di chiudere il famoso convento fiorentino dove operò il Beato Angelico.

Don Ennio Innocenti

Spiacente, I commenti sono chiusi al momento

© 2011 Sacra Fraternitas Aurigarum Urbis Suffusion theme by Sayontan Sinha