logo-fraternitas-small

La breve vicenda pubblica di Gesù, narratici dai quattro Vangeli, è costellata di significative presenze femminili: tra queste ce ne sono due che hanno colpito ogni attento lettore e specialmente gli artisti.

La prima di queste emerge da una famiglia di amici di Gesù, famiglia certamente importante, capeggiata da un esponente giudeo chiamato Lazzaro, convivente a Betania con due sorelle, Marta più estroversa e Maria più riflessiva e affascinata da Gesù.

L’Evangelista Giovanni racconta, nel cap. X, che Gesù ritenne maturo il momento di dichiarare pubblicamente nel Tempio la sua vera identità divina: questa dichiarazione suscita suprema avversione e Gesù si allontana in zona deserta. Ma proprio allora, Lazzaro si ammala mortalmente. Le sorelle mandano a chiamare Gesù, il quale è ormai ricercato per bestemmia. Gesù, superando la ragionevole opposizione dei suoi dodici apostoli, decide di andare a Betania, vicina a Gerusalemme, e lì, platealmente, risuscita Lazzaro, provocando emozione tra la gente, ma anche indignazione nei giudici del Tribunale Sacro.

Maria capisce che la sorte di Gesù è segnata e invitando Gesù ad una cena compie un rito tanto solenne quanto premonitore, adorando i piedi di Gesù con umiltà. Gesù capisce il senso del gesto: Maria anticipa come può l’onore della sepoltura di Gesù che sarà certamente ucciso, come Lui stesso aveva più volte predetto.

Tutto questo Giovanni narra nei capitoli 10, 11 e 12. Ed ecco che pochi giorni dopo è Gesù stesso che ordina una cena di lusso proprio in Gerusalemme, riservata ai discepoli, come Giovani racconta nel capitolo seguente, il 13. Durante la cena Gesù si china a lavare i piedi dei discepoli. Questi non capiscono del tutto quel segnale, che ancora oggi non è capito del tutto.

La seconda donna restata nel cuore degli artisti era una ricca signora dalla vita libera e gaudente, che scossa dalla predicazione misericordiosa di Gesù, lo adora inondandolo di profumo, ricevendone da Gesù esemplare riscatto spirituale.

Costei si mette, con altre ricche signore, al seguito di Gesù per sostenere economicamente la sua missione. Ebbene: è proprio questa innamorata che Gesù premia facendola apostola iniziale della sua resurrezione. Segnale importante che ancora oggi non è completamente compreso dai discepoli di Gesù.

Don Ennio Innocenti

Spiacente, I commenti sono chiusi al momento

© 2011 Sacra Fraternitas Aurigarum Urbis Suffusion theme by Sayontan Sinha