logo-fraternitas-small

Gi USA si tengono stretti i loro segreti, ma questi ogni tanto vengono fuori e così venimmo tutti a sapere, negli anni di piombo, che la CIA aveva organizzato omicidi vari (di Fidel Castro, di Lumumba, di Trujillo, di Diem ), che aveva spiato 300.000 cittadini americani, mentre aveva fallito clamorosamente in tanti casi pertinenti la sicurezza nelle relazioni internazionali.

Quanto all’Italia, venne fuori che, sotto Nixson, gli USA erano intervenuti con un fiume di soldi sia nelle elezioni sia negli affari del Sid nel 1970.

Dalle molte pagine si evince che molti miliardi in lire furono concessi senza effettivo controllo su tutti i destinatari. Questo costume democratico degli USA non è cessato coi successori di Nixon…

Naturalmente anche l’Italia democratica ha i suoi segreti. Le lettere di Claretta Petacci sono state segretate per 50 anni, per la salvezza della democrazia. Ogni tanto si è sentito dire che lo Stato democratico doveva togliere dal segreto la strage della stazione di Bologna o quella di Ustica: adesso si conoscera’ tutto del contratto stabilito dal governo democratico con la Società Autostrade che gestiva il ponte crollato a Genova.

Com’è ovvio la trasparenza è un sogno perché suppone che tutti amino la verità. Non è proibito sognare, anzi il Papa dice ai giovani che bisogna sognare. Gesù, però, che conosceva il fondo dell’uomo, ammoniva: “Chi opera il male non vuole che le sue opere vengano alla luce “.

Don Ennio Innocenti

Spiacente, I commenti sono chiusi al momento

© 2011 Sacra Fraternitas Aurigarum Urbis Suffusion theme by Sayontan Sinha